Power BodyBuilding week 2 (2° microciclo)

 

In questa seconda fase dei miei allenamenti la priorità era rivolta ai lavori ME (max effort)

Una bella sfida per me in quanto erano anni che non provavo a spingermi con pesi sopra il 90% (3 RM) e quindi anche se avrei potuto andarci più cauto ho deciso di forzare un pò la mano , pur sapendo di non aver efficienza neurale sugli alti carichi , proprio per dare uno stimolo forte al sistema nervoso centrale e periferico, per risvegliarlo dal lungo sonno.

Quindi i lavori DE (dynamic effort ) e shock method sono passati ad inizio seduta solo in modalità ATTIVAZIONE per prepararmi ai carichi elevati.

Infine i lavori di ipertrofia dopo le serie ME, lavori di ipertrofia che sui gruppi piccoli e gli esercizi di isolamento sono sempre stati i lavori dominanti.

 

Veniamo al sodo:

 

Depth jumps di attivazione, ME fino alla singola al limite a 130kg ( vi ricordo sono scalzo) e poi i lavori di richiamo e ipertrofia

 

Qui lavori deficit nello stacco sumo e poi Max Effort nello stacco regolare con doppia a 200kg (contento in quando erano 7 anni che non ci riuscivo)

 

Ultima parte in cui avete visto lo stacco sumo fino a 220kg , contento di averli alzati e di averci provato perchè in questo movimento ho capito tutti i limiti della mia tecnica e della presa ad uncino , dovrò rivedere tutta la cinetica perchè cosi le nocche dei pollici si piantano nelle cosce e il grip blocca l’alzata, in ogni caso sto usando un bilanciere da 30mm , molto rigido, poco zigrinato e senza collari rotanti, tutte caratteristiche che per la hook grip sono fortemente più difficili da gestire.

 

Si prosegue in ipertrofia per altri 4 wo nel 3° microciclo.

 

Stay tuned